Viaggi fuori dai paraggi -> Chinchòn (Madrid, Spagna)

Inauguriamo la rubrica dedicati ai viaggi, altrimenti sarebbe inutile essere bionda e con gli occhi verdi come Licia Colò.
Viaggeremo solo in posti insoliti, semisconosciuti e dimenticati da Dio.
Si parte da (e per) Chinchòn!

Se avete già visto Madrid e vi siete bruciati Toledo e Segovia, prima di scappare verso Barcellona, i Paesi Baschi e l’Andalusia vi consigliamo una bella gita di un giorno a Chinchòn.

Chinchòn si trova ad appena 50 kilometri da Madrid (esattamente qui con google maps); 4362 abitanti che sembrano comparse del film di Benigni e Troisi Non ci resta che piangere: è sorprendente che cittadine del genere si siano conservate intatte mentre, quattro passi più in là, la modernità smontava e rimontava la capitale e svuotava la periferia e il famoso Manzanarre.

plaza mayor chinchon

Breve storia di Chinchòn
La posizione geografica di Chinchòn – ci passa in mezzo il fiume Tajo – ha favorito gli insediamenti umani fin dal Neolitico. Ma se partiamo dalla preistoria la tiriamo troppo per le lunghe.

Trascuriamo i romani e la presenza araba e arriviamo suppergiù all’anno 1000 quando Alfonso VI di Castilla conquista Toledo e continua la cacciata musulmana proprio da Chinchòn.
Nel 1400, come riconoscimento per l’appoggio militare alla causa di Isabella nella lotta per il trono di Castiglia, gli furono concessi 1.200 vassalli e un vasto territorio a sud di Segovia.

Risale al 1400 la costruzione del castello che, ahilui, verra’ distrutto e ricostruito infinite volte.

castillo chinchon

Sono del 1700 gli edifici barocchi e la Plaza Mayor, centro del potere pubblico e, in ordine sparso, scenario di feste reali, corride, giochi, esecuzioni, processioni, atti politici, religiosi e militari.

Oggi continua ad essere un importante centro di produzione agricola oltre che meta di viaggiatori e turisti della domenica.

Cose da fare a Chinchòn:

  • un giro sul burro-taxi, l’asinello che fa il giro di Plaza Mayor (vale sono se siete ancora bambini);
  • mangiare su uno dei balconcini che affacciano sulla piazza;
  • bere un bicchierino di liquore all’anice, molto tipico;
  • comprare una collana d’aglio dai contadini che le vendono direttamente, come si usava una volta;
  • una passeggiata fino al castello.

++ Chinchòn su wikipedia (in spagnolo) ++
++ Il sito del comune (con informazioni turistiche in inglese, francese e tedesco) ++

burro taxi chinchon

meson chinchon

chinchon

chinchon

castillo chinchon