La lomografia inizia a diffondersi anche in Italia (sul sito italiano c’è la lista di negozi che vendono le ‘simpatiche’ macchinette fotografiche che sembrano dei giocattolini di plastica ma che nulla hanno da invidiare alle supertecnologiche digitali).

La lomografia ha un pregio fondamentale: avvicinare al mondo della fotografia analogica in modo ludico, divertente (è molto web 2.0). Inoltre si può considerare un ‘lovemark‘, cioè un prodotto amato dai consumatori per la filosofia e il sistema di valori che porta con sè (l’ipod è un altro esempio di marca che fa innamorare: è il marketing, bellezza).

Bando alle ciance, anche se il sito italiano e quello internazionale sono fatti molto bene, è quello spagnolo – LomoSpain – che vince per grafica, organizzazione e contenuti: informazioni sulle macchine fotografiche, forum e gallerie di utenti, le 10 regole sacre per il lomografico doc, gli eventi e le mostre sul mondo ‘lomo’ (anche il packaging, il design delle ‘scatolette’ che contengono le macchine fotografiche, è veramente fantastico).

++ LomoSpain ++

lomografia spagna

Segnaliamo a tutti gli illustratori, pittori, fotografi, grafici, pubblicitari, cineasti e imbianchini vari un sito interessante per mettere on line il proprio portfolio: Carbonmade.

Basta registrarsi, caricare il materiale e il gioco è fatto: avrete pronto in pochi minuti un elegante book per presentare al mondo i vostri (capo)lavori.

La grafica del sito è molto divertente, allegra e colorata: web 2.0 quanto basta.
Buon upload.

++ Carbonmade ++

carbonmade

Nel 1981 un giovane tedesco, Benedikt Taschen, apre un piccolo negozio di fumetti a Colonia.

Oggi il negozietto di comics è un lontano ricordo e la Taschen un colosso dell’editoria. Pubblica (quasi) tutto: arte, design, cinema, fotografia, moda, architettura, viaggi…

Libri curati, grafica impeccabile, attenzione ai contenuti e costi ridotti. Bello anche il sito.

Buona visione e buona lettura.

++ Taschen ++
++ Schwarzdesign.de (l’agenzia che ha realizzato il sito Taschen) ++

taschen

Questa settimana segnalo un sito di fotografia, Visual Relax, un bel fotoblog collettivo.

Il programma del gruppo di fotografi è la ricerca ‘del piacere visivo, senza pretese superiori (nè inferiori), attraverso le immagini…’.

Non so per quale motivo manchino le foto di novembre 2007, però quelle pubblicate fino a ottobre meritano la visita (a proposito sono tornata in possesso della digitale, vi preannuncio una nuova ricetta; prossimamente su questi schermi…).

++ Visual Relax ++

Visual Relax

ps: mi scuso per la brevità del post ma oggi, causa sciopero dei mezzi pubblici, sono andata in ufficio a piedi. 2 ore di cammino si fanno sentire!

La lomografia è l’ultima moda della fotografia analogica. Folgorata sulla via di Damasco ho comprato a Madrid una bella Fisheye no.2 (occhio di pesce).
Senza sapere nulla di fotografia scatto in meno di una settimana 3 rullini (2 pellicole “normali” – negativi- e una diapositiva). Porto tutto al negozio di Madrid che mi sviluppa le foto, formato standard 10×15, in un paio di giorni. Tutto ok? Sì.

Intanto rientro in Italia, porto dal fotografo 2 rullini (un negativo e una diapositiva) già iniziati in Spagna, con gli ultimi scatti fatti in Italia. Recupero le foto al negozio, stesso formato. Tutto ok? No!

Continue reading “Lomografia: come sviluppare le diapositive”